Free delivery in Italy from 100,00 €
  • Shopping Cart

    Cart is empty

    Free shipping in Italy for orders over 100,00€

    Do you have a Coupon? Please login and redeem it from cart.

Bosnia Erzegovina

 

 

L’ex stato jugoslavo di Bosnia ed Erzegovina è diventato indipendente nel 1992. La viticoltura organizzata iniziò sotto il dominio degli Asburgo alla fine del XIX secolo. Nel 1886 fu fondato a Gnojnice l’Ufficio per la viticoltura e la frutticoltura. I vini erano molto apprezzati alla corte viennese, quindi questi vigneti sono ancora chiamati “vigneti imperiali”. Prevale un clima continentale moderato con estati calde e inverni freddi e asciutti, in prossimità della costa si ha invece clima mediterraneo. Nel 2012 i vigneti coprivano 6.000 ettari, con 56.000 ettolitri di vino prodotti.

I principali impianti si trovano in prossimità della costa a nord di Dubrovnik (Croazia), quindi in prossimità della costa mediterranea,

pur essendo la nazione principalmente continentale; la maggior parte sono intorno alle città di Citluk, Caoljina, Stolac e Mostar. Le varietà quantitativamente dominanti sono le due autoctone Žilavka (bianco con 60%) e Blatina (rosso con 35%). Le restanti varietà sono Cabernet Sauvignon, Krkosija, Plavac Mali e Syrah. La zona più famosa è Mostar (Ponte Vecchio), che era il centro vinicolo islamico dell’Erzegovina. Tuttavia, l’agricoltura qui è stata quasi completamente distrutta durante la guerra civile degli anni ’90.

 

Scopri di più sui nostri canali